Novità: Carruba in polvere

15.10.2014 20:22

Il perfetto alleato per una dieta senza colesterolo, senza grassi e senza cacao.

Finalmente è qui: simile al cacao, vegan e senza lattosio, la polvere di carruba 100% CRUDA. Perfetta per fantastici dessert, gelati, smoothies e molto altro. Ti presentiamo la Carruba in Polvere di Lifefood!

La polvere di carruba si ottiene dai baccelli essiccati della pianta. Questa polvere è ricca di sostanze nutritive, di fibre e può essere utilizzata in diversi modi nella cucina vegana. Negli smoothies, nei dessert, nelle torte, nelle barrette, con i cereali e in combinazione con il chili, rilascia il suo sapore unico.

La carruba è perfetta per dare quel tocco in più ad ogni latte vegetale. Noi ti consigliamo: polvere di carruba con latte di mandorle, un po' di arancia e cannella. Goditi ogni momento!

Sapore di carruba

La polvere di carruba è dolce, fruttata e un po' caramellata. Il sapore della carruba assomiglia in qualche modo a quello del cacao, pur essendo molto più dolce e per niente amara come la polvere di cacao pura.Semi di carruba

La carruba può quindi costituire un'eccellente alternativa al cacao con meno calorie, senza grassi e con un gusto più dolce.

Carruba: i Benefici di un Superfood

L'ipoallergenica polvere di carruba è perfetta per chi vuole evitare di ingerire glutine, lattosio, colesterolo, grassi o sostanze stimolanti come caffeina e teobromina. Mentre il cacao ha un effetto astringente, la carruba promuove il normale corso della digestione grazie all'alto contenuto di fibre e di pectina.

Al German Institute of Nutrition Research, gli scienziati hanno scoperto che l'assunzione regolare di carruba può abbassare il livello di grassi nel sangue e favorendone il consumo. In aggiunta, è nota la capacità della carruba di inibire la diarrea, di stabilizzare la digestione e di agire da espettorante in caso di asma e bronchite. Un vero Superfood!

Dal sud della Croazia

I nostri agricoltori raccolgono i frutti commestibili della carruva nel sud della Croazia, nella regione introno a Vis e Mljet Parco Nazionale. Il sempre verde può arrivare fino a 20 metri. Anche se la carruba Carruba Alberocresce facilmente e tollera anche i terreni salini e calcarei, trova il suo habitat naturale vicino alla caosta, specialmente sulle colline vicino al mare.

Lo sapevi? Gli alberi di carruba hanno dei noduli sulle radici che legano l'ossigeno presente nell'aria, così da migliorare la qualità del terreno che li circonda. Non è incredibile la natura?

La carruba si raccoglie da agosto ad ottobre. Dopo la fioritura, i frutti sono verdi e sembrano dei fagioli. Rimangono appesi all'albero per mesi e iniziano a seccarsi sotto al sole. Più si seccano, più prendono il tipico colore marrone cioccolato. Una volta che raggiungono il colore marrone, sono pronti per essere raccolti, puliti e aperti a mano. La polpa secca viene separata e lavorata fino ad avere la polvere di carruba dal coloro marrone chiaro.

A questo punto la polvere viene spedita a Praga, dove è riposta in confezioni da 180 g e quindi trasportata in più di 18 peasi in tutta Europa.

Da cosa si capisce che la polvere di carruba è cruda?

La maggior parte delle polveri di carruba presenti sul mercato sono ricavate da semi di carruba tostati, che le conferiscono un colorito marrone scuro (come la polvere di cacao) e un profumo peculiare. Sfortunatamente ci sono molte polveri etichettate come crude, che però hanno lo stesso profumo, lo stesso sapore e lo stesso colore di quelle convenzionali. Di conseguenza si può stare certi che quelle particolari polveri di carruba non sono crude, perchè quelle caratteristiche sono causa della tostatura dei semi. Una polvere di carruba veramente raw ha un colore tendente al beige (molto differente dal cacao) e il suo sapore è molto più morbido, fine e specifico. Puoi sentire la differenza gustandola tu stesso!

La carruba nell'antichità

Nei tempi antichi i semi di carruba erano usati come contrappeso per l'oro e le pietre preziose. A prescindere dalla grandezza, i semi di carruba pesavano sempre 0,18 g. Per questo motivo diventarono presto un contrappeso universalmente riconosciuto per la pesa dell'oro, dando il nome all'unità di misura "Carato", dal Latino "Cerationia" che stava ad indicare l'albero della carruba.

Torna indietro